Erlebnis, Stendhal

Erlebnis

 

[…] Stendhal arriva in Italia alla ricerca della felicità, così
disposto a intendere ogni cosa insieme, così ricettivo a tutto, con
la mente, i sentimenti, e i sensi, che vi si immerge come in un
fiume di continua delizia intellettuale, avido di attenzione piena
e illuminante. Guarda, ragiona, osserva, e soprattutto ascolta. E’
un orecchio curioso e finissimo, appoggiato a tutte le serrature, e
pare che ogni cosa convenga alla sua scelta, perchè egli l’ha già
fatta prima delle cose. Egli ha capito, forse per primo, il valore
poetico del casuale, del particolare, dell’interrotto e parziale e
istantaneo, nella contemporanea totalità di una immagine. Il suo è
un paesaggio vario e ricchissimo, illuminato soltanto dai lampi di
un temporale invisibile, che si accendono, ad ogni momento, da
tutte le parti, in una successione continua di istanti immaginari e
reali […]. Il suo stile è questa corsa attraverso il notturno
mondo delle passioni, dove la ragione e la chiarezza sono
nell’orecchio che ascolta e distingue e si delizia insieme della
sua finezza e dell’ombra vaga da cui giungono le voci. E’ dunque un
ritmo doppio: una corsa, un tempo rapido che non si ferma se non
per godere di sé[…]

 

http://www.treccani.it/enciclopedia/erlebnis/

http://www.manuscrits-de-stendhal.org/

http://www.thefreelibrary.com/<<Dal fondo buio del pozzo della memoria>>, un viaggio che si eleva a…-a0199912103

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...